Caricamento ...
Spiacenti, si è verificato un errore durante il caricamento del contenuto.

Pattern di Bassa AutoStima

Espandi messaggi
  • zio H.
    Questa HackNews vi sembrerà un po diversa dalle altre, perché lo è ;-)... si è praticamente scritta da sola in forma di articolo... (usando le mie mani
    Messaggio 1 di 1 , 11 giu 2007
    Visualizza origine
    • 0 Allegato

      Questa HackNews vi sembrerà un po' diversa dalle altre, perché lo è ;-)...
      si è praticamente "scritta da sola" in forma di articolo...
      (usando le mie mani per più di due ore purtroppo ;-))
      e parla di cose "psicologiche" di cui normalmente non scrivo...
               in quanto non sono qualificato per farlo..
                        ma che cavolo non sono qualificato per fare molte altre cose che faccio :-)
      e verso la fine diventa un po' "tecnica"
      mi scuso fin d'ora se non avete le conoscenze per capirlo
      (anzi non mi scuso per nulla ;-) STUDIATE bestiacce... ;-) sono modelli UTILI da conoscere...)
      .
      non chiedetemi a cosa serve, ma se si è scritta a qualcuno servirà ;-)

      Ci sono schemi comportamentali che indicano che il livello di AutoStima di una persona necessita di una piccola (anzi no GRANDE) "revisione".

      Premesso che tutti siamo colpevoli di averli usati prima o poi,
      è l'uso COSTANTE e RIPETIVO
      che indica che da qualche parte dentro di noi siamo convinti di averlo più corto del nostro papà ;-)
      (E ovviamente se siete donne avete ragione ;-)
               a meno che abbiate un papà molto strano         
                        o un clitoride da 20 cm :-))

      Questo è molto utile da localizzare nelle altre persone per:
      1. SCAPPARE se si tratta di un potenziale partner (d'affari o d'amore o entrambi)
      2. Tenere alla "giusta distanza" se si tratta di un amico, collega di lavoro, parente, ecc...
      3. Intervenire se siete dei praticanti "masochisti" della PNL (o assimilati) ;-)

      1. "Anch'io..."
               Vi è mai capitato di raccontare una storia ad un amico e lui vi interrompe dicendo...
               "Sì, anch'io..." e rincara la dose con una storia più esagerata?
               A parte la mancanza di rispetto la paura "sommersa" è che tu sia meglio di lui...
                        (come osi persino pensarci stronzone ;-))
      2. "Ho molti amici che..." / "Sono amico di..."
               Sebbene sia leggitimo utilizzarla come DVE (Dimostrazione di Valore Elevato)
               una connotazione implicita che qualcuno potrebbe dedurre è "io non sono abbastanza"
      3. Qualsiasi forma di "bragging" ("vantarsi")
               Questo è il "killer" n.1 dell'attrazione quando un uomo lo usa su una donna di Alta AutoStima
      4. "Sono il migliore"
               E' l'affermazione presupposta (o addirittura nei casi più gravi "esplicita") che ci deve far accendere il semaforo rosso.
               Se si è i migliori (in cosa specificamente?) non serve dirlo basta DIMOSTRARLO o attendere che lo notino gli altri.
               Nei casi gravissimi arrivano anche ad ALLUCINARE abilità che non hanno o difetti negli altri.
                        Una delle cose giuste dello zio Sigmund è che qualsiasi complesso di superiorità deriva da un complesso di inferiorità.
                                 La cosa interessante è che le persone con un complesso di inferiorità sono attratte da quelle con complessi di superiorità "il simile attrae il simile"
      5. Sentimenti di "invidia" (e le loro manifestazioni esterne)
               Premesso che personalmente la considero una tra le più DISGUSTOSE tra le sensazioni umane...
                        di solito traspare esternamente con "battutine acide" alla persona o comportamento (o lavoro) altrui a volte corrette (e quindi è un feedback utile),
                                 ma sempre con quel "tocco" in più che poi li rende antipatici...
      6. L'uso spropositato della pronome personale "Io"
               " Io, io... io qui, io là..."

      Concludendo il primo passo è avere COMPASSIONE (nel senso buddhista del termine) per le persone con questi comportamenti
      perché SOFFRONO MOLTISSIMO dentro di loro,
      soprattutto perché nonostante l'apparente riferimento interno
               questo tratto è invece spesso accompagnato da un metaprogramma di "eteroriferimento" = cercano le lodi altrui
               che rende il tutto ancora più doloroso...

      L'aspetto POSITIVO è che avendo questa intensa "leva del dolore"
      queste persone spesso ottengono GRANDI RISULTATI e sono MOLTO PRODUTTIVE nel mondo esterno,
      il problema è che mancano il punto essenziale verso il successo completo:
      la FELICITA' PROFONDA e il GODIMENTO di ogni momento della nostra esistenza...

      A livello di "protezione personale" (queste persone sono "molto pesanti" dei veri e propri "vampiri energetici"
      infatti sebbene SIMULINO una ricca vita sociale, spesso sono soli o con relazioni di bassa qualità, vedi sopra...)
      i comportamenti che personalmente adotto sono descritti all'inizio.

      Se scoprite di adottare più di uno di questi pattern in modo sistematico le mie condoglianze ;-)
      non ho la "soluzione finale"... ;-)
       e comunque non la vorreste perché siete meglio di me :-))
      Buona fortuna. Che il cielo vi aiuti, perché personalmente vi sto alla larga... non vorrei "infettarmi" :-)

      PS
      Molte persone famose, quasi tutti i politici, molti trainers di PNL ;-) (ma non ditelo in giro si offendono facilmente ;-) oops un altro pattern ;-)),
               (il sottoscritto escluso ovviamente :-))
      tutti quelli che cercano il "potere" in qualche forma
      soffrono di questo "problemino"... ;-)
      Secondo me potrebbe trattarsi di un "imprinting" negativo (che di solito si concatena in una SERIE di esperienze) durante la formazione del secondo circuito neurologico (anale, territoriale)/chakra
      ovvero per usare il modello dei 6 bisogni umani di Robbins puntano più all'"importanza", all'"essere significativi" perché altrimenti la loro "sicurezza" viene minacciata.
      Una possibile soluzione ;-) oltre al "reimprinting" è trovare (a livello logico di identità)
      altri modi di essere che soddisfino i bisogni puntando soprattutto sull'AMARE in modo incondizionato (sè stessi prima di tutto) (che è il bisogno polare)
      e su 2 valori più "spirituali" che sono la "crescita" (/miglioramento) e il CONTRIBUIRE agli altri e al pianeta.
      Tutto questo senza prendersi per il culo perché l'ONESTA' CON SE' STESSI è essenziale in qualsiasi processo di automiglioramento.

      Ora
      come potresti oggi stesso RENDERE PRATICA questa newsletter?
      che decisioni potresti prendere?
      potresti "invertendo" tutti i pattern adottare dei comportamenti da leader con ALTA AUTOSTIMA ? ;-)

      Sono curioso di leggere i vostri pensieri su questa newsletter...
      condivite liberamente sulla lista "mente"


      Un abbraccio dallo
      zio H.
      www.migliorati.org
      www.hacknews.net

    Il tuo messaggio è stato inviato correttamente e verrà recapitato a breve ai destinatari.