Caricamento ...
Spiacenti, si è verificato un errore durante il caricamento del contenuto.

54Re: [EBN Italia] NO ALLA CACCIA NEI PANTANI DELLA SICILIA SUD-ORIENTALE

Espandi messaggi
  • Michele Cento
    2 set 2009
      Giro da altra lista.
      Saluti,
      Michele Cento
      Roma
       
      ----- Original Message -----
      Sent: Wednesday, September 02, 2009 9:39 AM
      Subject: [EBN Italia] NO ALLA CACCIA NEI PANTANI DELLA SICILIA SUD-ORIENTALE

       

      Il nodo siciliano di EBN Italia promuove con altre associazioni, una
      petizione per far applicare il divieto di caccia nei Pantani della
      Sicilia orientale, divieto formalmente istituito dal lontano 1999 ma non
      applicato (non si sa perchè):

      http://firmiamo. it/nocacciapanta nidellasiciliasu dorientalesrerg

      FIRMA anche TU! (viene richiesto solo nome cognome, email e codice
      avviamento postale).

      Chiediamo la chiusura dell’attività venatoria nei Pantani della Sicilia
      Sud-Orientale, ricadenti nei Comuni di Pachino (SR), Ispica (RG) e Noto
      (SR) e Portopalo di Capo Passero (SR) che rivestono una importanza
      fondamentale per la tutela dell’avifauna acquatica nel corso delle
      migrazioni primaverile e autunnale, per lo svernamento e la
      nidificazione di molte specie di uccelli, alcune rare e a rischio di
      estinzione.

      Per la tutela di tali specie di uccelli e dei delicati ambienti ed
      ecosistemi umidi presenti i suddetti Pantani sono stati individuati e
      riconosciuti come:

      * ZPS (Zona di Protezione Speciale) ai sensi della Direttiva
      europea “Uccelli” n. 79/409/CEE cod. ITA 09029, Pantani della Sicilia
      Sud-Orientale, Morghella, di Marzamemi e di Punta Pilieri;
      * SIC (Sito di Importanza Comunitaria) ai sensi della Direttiva
      europea “Habitat” n. 92/43/CEE codd. ITA 090003 Pantani della Sicilia
      Sud-Orientale, cod.ITA 090004 Pantano Morghella e cod. ITA 090005
      Pantano di Marzamemi;
      * IBA (Important Bird Areas) dal Ministero dell’Ambiente e
      dall’Unione Europea