Caricamento ...
Spiacenti, si è verificato un errore durante il caricamento del contenuto.
 

Cussler Clive - Dirk Pitt 17 - Odissea

Espandi messaggi
  • Vito Cardinale
    Ciao a tutti. Continuando a revisionare questa serie, eccovi il N. 17 e, soprattutto a beneficio degli ultimi arrivati in lista, ricordo che tempo fa avevo
    Messaggio 1 di 6 , 26 ott
      
      Ciao a tutti.
      Continuando a revisionare questa serie, eccovi il N. 17 e, soprattutto a beneficio degli ultimi arrivati in lista, ricordo che tempo fa avevo già revisionato i numeri 18 e 19 e, se qualcuno li vuole, si faccia vivo e provvederò a rimandarli.
         Di seguito le note di questo.
       
                Vito
       

      Clive Cussler.

      Odissea.

       

      Presentazione.

      È un'avventura, anzi un'"Odissea" che inizia nel 1200 a.C. all'epoca degli eroi omerici e che grazie a dei reperti dispersi in fondo al mare si trasferisce ai giorni nostri. Mentre Dirk Pitt e due giovani collaboratori molto vicini a lui stanno indagando su una serie di disastri, inondazioni e varie catastrofi, si imbatteranno in quei reperti e si scontreranno con una setta di donne bellissime. Un'avventura ambientata nei meravigliosi fondali marini a caccia di risposte e di colpevoli.

       

      Clive Eric Cussler (Aurora, Illinois, 15 luglio 1931) è uno scrittore statunitense di romanzi d'avventura.

       

      Titolo originale dell'opera: Trojan Odyssey.

      "LA GAJA SCIENZA"

      LONGANESI & C. MILANO.

      TRADUZIONE DI MARINA BERETTA.

      Copyright 2004 Longanesi & C., Milano.

      ISBN 88-304-2200-2

      Il messaggio è pronto per essere inviato con i seguenti file o collegamenti allegati:
      Cussler Clive - Dirk Pitt 17 - Odissea.zip
    • capitanjack
      Grazie Vito per l’ennesimo capolavoro letterario di Clive Cussler; è un romanzo mozzafiato nel quale come sempre con la sua solita maestria, Clive Cussler
      Messaggio 2 di 6 , 30 ott
        Grazie Vito per l’ennesimo capolavoro letterario di Clive Cussler;
        è un romanzo mozzafiato nel quale come sempre con la sua solita maestria, Clive Cussler sà bene articolare fantasia, descrizione tecnologica e buona parte di veridicità scientifica, facendo acquisire a molti  suoi scritti, un valore intrinseco di non poca importanza.
        Perché, ho parlato di veridicità scientifica in questo romanzo?
        Il nocciolo di questa composizione letteraria, è rappresentato dagli albori di una teoria,
        che vorrebbe approvare che in realtà, le opere letterarie omeriche,
        siano ambientate nel mar baltico anzi che nel mediterraneo.
        Dal punto di vista della sensazione, sono stato sempre di più in accordo a l’altra teoria, che Omero invece di aver scritto le sue opere di proprio pugno, abbia trovato un manoscritto della libreria di Alessandria di Egitto.
        D’altra parte il poeta se fosse realmente vissuto, questo sarebbe accaduto nel nono secolo A.C., ma avrebbe ambientato poi i suoi racconti 4 secoli prima; per carità, tutto è possibile, ma a mio avviso ciò rappresenta un fatto che valorizza maggiormente la seconda ipotesi.
        Nei ringraziamenti, alla fine del libro, l’autore fa riferimento a colui che è stato ispiratore sulla teoria dell’Omero celtico, Iman Wilkens, ma forse ancora non poteva sapere che il vero pioniere della teoria è l’italiano ingegnere navale Felice Vinci.
        In questo libro che sto presentandovi, scoperte archeologiche non autorizzate,
        Marco Pizzuti mette in evidenza come la dottrina accademica ortodossa, basata su teorie ottocentesche, rifiuta categoricamente il confronto su una nuova leva di ricercatori autonomi, 
        occultando, insabbiando ritrovamenti archeologici, studi scientifici accurati, tutto quello che insomma andrebbe a mandare in frantumi le deboli leggi che sostengono inspiegabilmente l’attuale ortodossia.
        Quello che in sostanza, non vogliono ammettere, che in un epoca molto antecedente al 3000 A.C. abbia imperversato nel mondo, una civiltà molto evoluta ,che dal nord Europa, si è spinta nel bacino del mediterraneo e nelle Americhe.
        La grande maggior parte delle mummie faraoniche egizie possiede un gruppo sanguigno di tipo A, mentre la popolazione nativa presenta un gruppo sanguigno 0;
        la grande maggior parte delle mummie di alto rango più antiche posseggono tutti gli elementi giusti di una razza nordica ; infatti anche le raffigurazioni combaciano con tale fenomeno.
        Anche la casta dei sacerdoti egizi, presenta al pari dei faraoni le stesse caratteristiche di gente del nord, come le regine che avevano i capelli biondi o rosso ramati.
        Questa razza nordica che dominò l’Egitto dalla notte dei tempi, si riproduceva rispettando la linea sanguigna, infatti, l’anomalia genetica che poi ne scaturisce, sono le enormi teste molto prolungate nella parte posteriore, dai quali il Daniken fece nascere la razza aliena.
        Esistono grandi similitudini fra l’Egitto e l’America del Sud, come le piramidi orientate con le stelle nei cieli;
        la tecnica di costruzione con l’uso dei massi ciclopi, l’incasso fra loro senza uso di calce,  
        Tutte queste enormi costruzioni possono vedersi in Egitto, in Messico, nel Perù, nell’Isola di Pasqua, in Bosnia e ancora da altre parti che ora mi sfuggono.
        Nelle Mummie egizie sono state rinvenute nicotina, cocaina e hashish; è naturale che chi regnava in Egitto conosceva anche le Americhe, visto che il tabacco  deriva da quel continente.
        Secondo Felice Vinci, tale razza nordica, emigrando verso il bacino del mediterraneo, abbia trascinato con se la propria storia, il proprio mito.
        Omero di conseguenza ci ha fornito un ottimo reportage sull’età del bronzo nordica, che poi ha deciso di adattare, al pari di altri emigranti,
        i loro miti, i loro racconti epici nel nuovo contesto geografico.
        Quello che ci tengo a sottolineare è che Marco Pizzuti afferma che Felice Vinci in modo enormemente preciso, seguendo alla lettera il racconto omerico, ci fornisce tutte le isole e i luoghi toccati da odisseo nel suo viaggio.
        La descrizione omerica che non trova riscontro nella geografia di ambientazione, spostata nel mar baltico, corrisponde il tutto in modo eclatante.
        Ulisse o Hodisseo, in poche parole era un grande guerriero vichingo!
        Il libro prosegue spaziando in altre terreni come quelli dell’energia, dell’alchimia, dei templari, della politica!
        Pensate che con la scoperta di Tutankhamon sono venuti alla luce dei documenti, che poi sono stati fatti sparire immediatamente; ne hanno riparlato, poi hanno annunciato al mondo intero che si è trattato di uno sbaglio, e che nessun documento è apparso alla luce insieme al giovane faraone;
        ma che pericolo possa mai rappresentare una serie di documenti riapparsi alla luce dopo millenni di anni insieme alla mummia di un faraone?
        vi dico soltanto che sarebbe potuto divenire aria fritta, il diritto  della condivisione territoriale dello stato di Israele con quello palestinese pensate un pò?
        SE siete interessati al libro ve lo allego qui di seguito, dopo una piccolissima doverosa presentazione dell’autore.

        Marco Pizzuti è nato a Roma nel 1971. Ex ufficiale dell'esercito, dottore in Legge, scrittore e conferenziere ha lavorato presso le più prestigiose istituzioni dello Stato (Camera dei Deputati, Senato della Repubblica e Consiglio di Stato). Nel campo della divulgazione scientifica ha collaborato con il Museo dell'Energia e nel 2011 ha stabilito il nuovo record mondiale (TEDxBologna 2011) nella trasmissione di corrente elettrica senza fili direttamente in forma di corrente alternata (senza l'impiego del sistema wi-tricity) applicando esclusivamente la tecnologia Tesla di fine ‘800. Autore di saggistica, ha tenuto decine di conferenze in tutta Italia ed è ospite frequente di diverse emittenti radio in qualità di esperto di controinformazione. Le sue ricerche indipendenti si sono concretizzate nella trilogia di bestseller che comprende Rivelazioni non autorizzate (2009), Scoperte archeologiche non autorizzate (2010), Scoperte scientifiche non autorizzate (2011). Nel 2012 ha pubblicato I Mercanti della salute. Nell'autunno 2012 uscirà Rivoluzione non autorizzata.


        un saluto a tutto il caffè letterario.

      • Barbara Di Sandro
        Ciao Stefano, grande come sempre nelle tue spiegazioni. Scusami , nel tuo messaggio per� ti sei dimenticato di allegare il libro di Pizzuti. I riferimenti a
        Messaggio 3 di 6 , 31 ott
          Ciao Stefano, grande come sempre nelle tue spiegazioni.
          Scusami , nel tuo messaggio però ti sei dimenticato di allegare il libro di Pizzuti.
          I riferimenti a Tesla mi hanno incuriosita.
          Puoi inviarlo in lista?


          Grazie e di nuovo complimenti.
          Barbara

          Messaggio originale:
          Mittente: capitanjack capitanjack@... [caffeletterariowinguido].
          EMail mittente: caffeletterariowinguido@yahoogroups.com.
          Data e ora: 30/10/2017, ore: 10:07.
          Oggetto: Re: [caffeletterariowinguido] Cussler Clive - Dirk Pitt 17 - Odissea,scoperte archeologiche non autorizzate, Marco Pizzuti.
          Testo:
          Grazie Vito per l’ennesimo capolavoro letterario di Clive Cussler;
          è un romanzo mozzafiato nel quale come sempre con la sua solita maestria, Clive Cussler sà bene articolare fantasia, descrizione tecnologica e buona parte di veridicità scientifica, facendo acquisire a molti suoi scritti, un valore intrinseco di non poca importanza.
          Perché, ho parlato di veridicità scientifica in questo romanzo?
          Il nocciolo di questa composizione letteraria, è rappresentato dagli albori di una teoria,
          che vorrebbe approvare che in realtà, le opere letterarie omeriche,
          siano ambientate nel mar baltico anzi che nel mediterraneo.
          Dal punto di vista della sensazione, sono stato sempre di più in accordo a l’altra teoria, che Omero invece di aver scritto le sue opere di proprio pugno, abbia trovato un manoscritto della libreria di Alessandria di Egitto.
          D’altra parte il poeta se fosse realmente vissuto, questo sarebbe accaduto nel nono secolo A.C., ma avrebbe ambientato poi i suoi racconti 4 secoli prima; per carità, tutto è possibile, ma a mio avviso ciò rappresenta un fatto che valorizza maggiormente la seconda ipotesi.
          Nei ringraziamenti, alla fine del libro, l’autore fa riferimento a colui che è stato ispiratore sulla teoria dell’Omero celtico, Iman Wilkens, ma forse ancora non poteva sapere che il vero pioniere della teoria è l’italiano ingegnere navale Felice Vinci.
          In questo libro che sto presentandovi, scoperte archeologiche non autorizzate,
          Marco Pizzuti mette in evidenza come la dottrina accademica ortodossa, basata su teorie ottocentesche, rifiuta categoricamente il confronto su una nuova leva di ricercatori autonomi,
          occultando, insabbiando ritrovamenti archeologici, studi scientifici accurati, tutto quello che insomma andrebbe a mandare in frantumi le deboli leggi che sostengono inspiegabilmente l’attuale ortodossia.
          Quello che in sostanza, non vogliono ammettere, che in un epoca molto antecedente al 3000 A.C. abbia imperversato nel mondo, una civiltà molto evoluta ,che dal nord Europa, si è spinta nel bacino del mediterraneo e nelle Americhe.
          La grande maggior parte delle mummie faraoniche egizie possiede un gruppo sanguigno di tipo A, mentre la popolazione nativa presenta un gruppo sanguigno 0;
          la grande maggior parte delle mummie di alto rango più antiche posseggono tutti gli elementi giusti di una razza nordica ; infatti anche le raffigurazioni combaciano con tale fenomeno.
          Anche la casta dei sacerdoti egizi, presenta al pari dei faraoni le stesse caratteristiche di gente del nord, come le regine che avevano i capelli biondi o rosso ramati.
          Questa razza nordica che dominò l’Egitto dalla notte dei tempi, si riproduceva rispettando la linea sanguigna, infatti, l’anomalia genetica che poi ne scaturisce, sono le enormi teste molto prolungate nella parte posteriore, dai quali il Daniken fece nascere la razza aliena.
          Esistono grandi similitudini fra l’Egitto e l’America del Sud, come le piramidi orientate con le stelle nei cieli;
          la tecnica di costruzione con l’uso dei massi ciclopi, l’incasso fra loro senza uso di calce,
          Tutte queste enormi costruzioni possono vedersi in Egitto, in Messico, nel Perù, nell’Isola di Pasqua, in Bosnia e ancora da altre parti che ora mi sfuggono.
          Nelle Mummie egizie sono state rinvenute nicotina, cocaina e hashish; è naturale che chi regnava in Egitto conosceva anche le Americhe, visto che il tabacco deriva da quel continente.
          Secondo Felice Vinci, tale razza nordica, emigrando verso il bacino del mediterraneo, abbia trascinato con se la propria storia, il proprio mito.
          Omero di conseguenza ci ha fornito un ottimo reportage sull’età del bronzo nordica, che poi ha deciso di adattare, al pari di altri emigranti,
          i loro miti, i loro racconti epici nel nuovo contesto geografico.
          Quello che ci tengo a sottolineare è che Marco Pizzuti afferma che Felice Vinci in modo enormemente preciso, seguendo alla lettera il racconto omerico, ci fornisce tutte le isole e i luoghi toccati da odisseo nel suo viaggio.
          La descrizione omerica che non trova riscontro nella geografia di ambientazione, spostata nel mar baltico, corrisponde il tutto in modo eclatante.
          Ulisse o Hodisseo, in poche parole era un grande guerriero vichingo!
          Il libro prosegue spaziando in altre terreni come quelli dell’energia, dell’alchimia, dei templari, della politica!
          Pensate che con la scoperta di Tutankhamon sono venuti alla luce dei documenti, che poi sono stati fatti sparire immediatamente; ne hanno riparlato, poi hanno annunciato al mondo intero che si è trattato di uno sbaglio, e che nessun documento è apparso alla luce insieme al giovane faraone;
          ma che pericolo possa mai rappresentare una serie di documenti riapparsi alla luce dopo millenni di anni insieme alla mummia di un faraone?
          vi dico soltanto che sarebbe potuto divenire aria fritta, il diritto della condivisione territoriale dello stato di Israele con quello palestinese pensate un pò?
          SE siete interessati al libro ve lo allego qui di seguito, dopo una piccolissima doverosa presentazione dell’autore.

          Marco Pizzuti è nato a Roma nel 1971. Ex ufficiale dell'esercito, dottore in Legge, scrittore e conferenziere ha lavorato presso le più prestigiose istituzioni dello Stato (Camera dei Deputati, Senato della Repubblica e Consiglio di Stato). Nel campo della divulgazione scientifica ha collaborato con il Museo dell'Energia e nel 2011 ha stabilito il nuovo record mondiale (TEDxBologna 2011) nella trasmissione di corrente elettrica senza fili direttamente in forma di corrente alternata (senza l'impiego del sistema wi-tricity) applicando esclusivamente la tecnologia Tesla di fine ‘800. Autore di saggistica, ha tenuto decine di conferenze in tutta Italia ed è ospite frequente di diverse emittenti radio in qualità di esperto di controinformazione. Le sue ricerche indipendenti si sono concretizzate nella trilogia di bestseller che comprende Rivelazioni non autorizzate (2009), Scoperte archeologiche non autorizzate (2010), Scoperte scientifiche non autorizzate (2011). Nel 2012 ha pubblicato I Mercanti della salute.. Nell'autunno 2012 uscirà Rivoluzione non autorizzata.

          un saluto a tutto il caffè letterario.





          > Il




          > giorno 26 ott 2017, alle ore 15:59, 'Vito Cardinale' vitoesilvia55@... <mailto:vitoesilvia55@...>
          > [caffeletterariowinguido] <caffeletterariowinguido@yahoogroups.com> ha scritto:
          >
          > 
          >
          > Ciao a tutti.
          > Continuando a revisionare questa serie, eccovi il N. 17 e, soprattutto a beneficio degli ultimi arrivati in lista, ricordo che tempo fa avevo già revisionato i numeri 18 e 19 e, se qualcuno li vuole, si faccia vivo e provvederò a rimandarli.
          > Di seguito le note di questo.
          >
          > Vito
          >
          >
          > Clive Cussler.
          >
          > Odissea.
          >
          >
          >
          > Presentazione.
          >
          > È un'avventura, anzi un'"Odissea" che inizia nel 1200 a.C. all'epoca degli eroi omerici e che grazie a dei reperti dispersi in fondo al mare si trasferisce ai giorni nostri. Mentre Dirk Pitt e due giovani collaboratori molto vicini a lui stanno indagando su una serie di disastri, inondazioni e varie catastrofi, si imbatteranno in quei reperti e si scontreranno con una setta di donne bellissime. Un'avventura ambientata nei meravigliosi fondali marini a caccia di risposte e di colpevoli.
          >
          >
          >
          > Clive Eric Cussler (Aurora, Illinois, 15 luglio 1931) è uno scrittore statunitense di romanzi d'avventura.
          >
          >
          >
          > Titolo originale dell'opera: Trojan Odyssey.
          >
          > "LA GAJA SCIENZA"
          >
          > LONGANESI & C. MILANO.
          >
          > TRADUZIONE DI MARINA BERETTA.
          >
          > Copyright 2004 Longanesi & C., Milano.
          >
          > ISBN 88-304-2200-2
          >
          >
          > Il messaggio è pronto per essere inviato con i seguenti file o collegamenti allegati:
          > Cussler Clive - Dirk Pitt 17 - Odissea.zip
          >
          >
          > <Cussler Clive - Dirk Pitt 17 - Odissea.zip>
        • capitanjack
          Scusami Barbara, ero convinto di averlo inserito bene, ora lo riallego Saluti ... Scusami Barbara, ero convinto di averlo inserito bene, ora lo riallego Saluti
          Messaggio 4 di 6 , 31 ott
            Scusami Barbara, ero convinto di averlo inserito bene, ora lo riallego 
            Saluti 

          • Barbara Di Sandro
            Ciao Stefano. L allegato anche questa volta non l ho trovato, Ho visto però che lo ha inviato Maria Grazia in txt. Credo che tu abbia fatto bene la
            Messaggio 5 di 6 , 2 nov
              Ciao Stefano. L'allegato anche questa volta non l'ho trovato,
              Ho visto però che lo ha inviato Maria Grazia in txt.
              Credo che tu abbia fatto bene la procedura, ma può essere che il mio pc, ormai obsoleto non lo carichi.
              Grazie di nuovo e scusami ancora.
              Mi è capitato altre volte di non ricevere gli allegati se in arrivo da pc. più evoluti.

              Buonagiornata a te e tutti.
              Barbara

              Messaggio originale:
              Mittente: capitanjack capitanjack@... [caffeletterariowinguido].
              EMail mittente: caffeletterariowinguido@yahoogroups.com.
              Data e ora: 31/10/2017, ore: 16:54.
              Oggetto: Re: [caffeletterariowinguido] Cussler Clive - Dirk Pitt 17 -Odissea,scoperte archeologiche non autorizzate, Marco Piz zuti.
            • Vincenzo Izzo
              signori, desiderei ricevere il testo in oggetto,perchè mi affascina oppure ditemi come fare per venirne in possesso.scusate il disturbo ma ,a mia scusante
              Messaggio 6 di 6 , 4 nov
                signori, desiderei ricevere il testo in oggetto,perch� mi affascina oppure ditemi come fare per venirne in possesso.scusate il disturbo ma ,a mia scusante c'� il fatto che sono vecchio,cieco e laido oltre ogni misura. grazie e ancora scuse.
                Messaggio originale:
                Oggetto: Re: [caffeletterariowinguido] Cussler Clive - Dirk Pitt 17 -Odissea,scoperte archeologiche non autorizzate, Marco Piz zuti.

                cordiali saluti vincenzo izzo.
              Il tuo messaggio è stato inviato correttamente e verrà recapitato a breve ai destinatari.