Caricamento ...
Spiacenti, si è verificato un errore durante il caricamento del contenuto.

Seminario della Federazione Mondiale della Gioven tù Democratica

Espandi messaggi
  • Coord. Naz. per la Jugoslavia
    Dichiarazione finale del Seminario Internazionale I partecipanti al Seminario Internazionale indetto dal WFDY (Federazione Mondiale della Gioventù
    Messaggio 1 di 1 , 1 ott 2006
    Visualizza origine
    • 0 Allegato
      Dichiarazione finale del Seminario Internazionale

      I partecipanti al Seminario Internazionale indetto dal WFDY
      (Federazione Mondiale della Gioventù Democratica) delle
      organizzazioni giovanili comuniste, anti-imperialiste e progressiste
      (EDON, UJDL, UJCE, JCP, KNE, GUPS, YOUTH OF TKP, FGCI, YS CROATIA,
      SKOJ, Norway KU, RKSM(B) C.Y POLAND) a margine del 32° Odigitis
      Festival del KNE (Gioventù Comunista Greca), denunciano il barbaro
      attacco al Libano e il continuo massacro in Palestina, ad opera di
      Israele, in linea con il piano imperialista della Nato per il Nuovo
      Medio Oriente, pianificato e promosso dagli Usa, con l’aiuto dei loro
      volontari alleati. L’obiettivo di questo piano è il controllo
      imperialista del Medio Oriente, una regione di enorme importanza
      strategica
      Questo tentativo è portato avanti in vari modi; in questa
      occasione mediante bombardamenti, massacri ed embarghi criminali ai
      danni del Libano e della Palestina, in altre occasioni con i così
      detti mezzi della diplomazia, in nome di una pace falsa, intervenendo
      per portare a termine ciò che non sono riusciti a concludere sul
      campo di guerra. Contemporaneamente continuano a minacciare con ogni
      mezzo stati, governi e popoli che non riconoscono come la Siria,
      l’Iran, la Corea del Nord etc. Al tempo stesso, le minacce a Cuba e
      al Venezuela raggiungono il punto massimo.
      Gli attacchi ai diritti e le battaglie dei giovani per
      l’educazione, l’impiego e una vita con i diritti si sta rafforzando.
      Di fronte a questa situazione, salutiamo ed esprimiamo la nostra
      incondizionata solidarietà al popolo libanese e palestinese. La
      resistenza dei popoli del Medio Oriente riempie di ottimismo e
      coraggio i popoli e la gioventù del mondo intero. Questa è la
      dimostrazione che l’iniziativa delle masse può essere vincente a
      bloccare i piani imperialisti. Esprimiamo solidarietà alla lotta dei
      5 eroi cubani detenuti da 8 anni nelle carceri di Miami, imprigionati
      dagli Usa. Le organizzazioni della regione del Medio Oriente che sono
      oggi fra noi, hanno dato un contributo d’avanguardia e distintivo
      nell’organizzazione della battaglia della gioventù nella regione, dei
      giovani lavoratori, negli studenti universitari e degli studenti in
      generale, a fronte di circostanze estremamente difficili.
      Siamo ispirati dal sacrificio eroico dei 5 membri e quadri martiri
      dell’UDYL che si sono aggiunti alla lunga lista delle oltre 1000
      vittime degli attacchi al Libano e Palestina e ai più di 5000
      palestinesi morti dall’inizio dell’Intifada. Sottolineiamo anche
      l’importanza della resistenza in Iraq all’occupazione americana.
      Le mobilitazioni di solidarietà organizzate in tutto il mondo, il
      contributo delle organizzazioni giovanili comuniste, anti-
      imperialiste e progressiste con il coordinamento del WFDY hanno
      giocato un ruolo primario ad orientare questa battaglia sia contro la
      selvaggia, imperialista ed interventista guerra sia dal punto di
      vista della resistenza e della battaglia dei popoli. I giovani sono
      scesi nelle strade in ogni angolo del mondo ed hanno denunciato
      l’attacco al Libano ed alla Palestina, e adesso hanno preso coscienza
      del fatto che l’imperialismo, che priva loro dei diritti riguardo
      alla sfera dell’educazione, del lavoro a tempo indeterminato e con
      ogni tipo di diritti, dei diritti democratici, è lo stesso che è
      responsabile delle guerre.
      Ci impegniamo a continuare con ancor più persistenza nel tentativo
      che il movimento giovanile contribuisca nella battaglia affinché
      Israele si ritiri da tutti i territori libanesi e palestinesi,
      siriani e tutti i territori arabi, in accordo con le risoluzioni
      delle Nazioni Unite, così com’era prima del 1967. È anche importante
      esercitare le più forti pressioni per chiedere la liberazione di
      tutti i prigionieri arabi. Le popolazioni della regione dovrebbero
      scegliere il proprio futuro.

      Uniamo le nostre voci e le nostre azioni in prima linea per la
      mobilitazione delle organizzazioni giovanili di massa, costruendo
      iniziative di solidarietà in tutto il mondo con l’aiuto e il
      coordinamento del WFDY, specialmente nella regione Medio Orientale, e
      naturalmente uniremo tutti i nostri sforzi per organizzare un grosso
      evento internazionale per celebrare l’anniversario per i 60 anni di
      nascita del Festival Mondiale della Gioventù e degli Studenti, nel
      2007 in Venezuela.

      Lunga vita alla solidarietà internazionale.
      Lunga vita alla battaglia delle giovani generazioni e dei popoli
      contro l’imperialismo.

      Athene, 16/9/2006

      Fonte: www.solidnet.org
      Traduzione di: Francesco Maringiò
    Il tuo messaggio è stato inviato correttamente e verrà recapitato a breve ai destinatari.