Caricamento ...
Spiacenti, si è verificato un errore durante il caricamento del contenuto.

10764Re: [mente] La Questione del NON

Espandi messaggi
  • Antony Robbins
    12 lug 2004
      ciao a tutti,
       
      Non è necessario essere in uno stato di coscienza alterato affinchè la
      forma negativa venga percepita in modo opposto,
      basti pensare che uno dei principi della comunicazione efficace afferma che, la mente per capire quello che viene detto, deve necessariamente rappresentarselo, e quindi quando si esprime una frase negativa o meglio ancora un comando in forma negativa, la mente prima lo rappresenta e poi la parte logico-razionale lo nega, ma a LIVELLO EMOZIONALE la negazione non ha alcun effetto.
      Provate a non immaginare una donna nuda... 
      e osservate cosa succede al fratellino:-)
       
      In realtà, quando prendiamo una decisione, la componente emotiva prevale sempre su quella razionale,  quindi da ciò si capisce
      quanto sia importante la forma negativa nella comunicazione...
       
      Anzi, con frasi negative è decisamente più semplice condurre una persona in un certo stato d'animo, in quanto l'opposizione della
      parte cosciente del cervello è molto minore...
       
      ES.
       per evitare che qualcuno si dimentichi del mio compleanno,
      uso sempre frasi del tipo:
       
      ......NON é NECESSARIO CHE TU MI FACCIA IL REGALO... ;-)
       
       
       
       

      Paolo Luca <lucapaolo62@...> wrote:
      In un certo senso non hai tutti i torti a sollevare il dubbio, anche io quando ho iniziato la pratica dell'ipnosi e autoipnosi mi sono posto gli stessi problemi.
       
      La risposta sta nel fatto che i dieci comandamenti sono stati scritti per essere letti in stato di veglia, e quindi il "non" viene verificato e interpretato dalla mente logica per poi diventare esperienza analogica.
       
      Quando siamo in ipnosi le cose cambiano totalmente, in quel momento la parte logica è distratta o addormentata, e quindi abbiamo il delicato compito di parlare direttamente  con l'inconscio che a me sembra capisca un linguaggio molto elementare, come un bambino di 3 anni.
       
      Allora in ipnosi o autoipnosi  bisogna secondo me, stare molto attenti a come ci si pone con noi stessi, bisogna secondo me parlare un linguaggio semplice, positivo, possibilmente suffagrato da immagini, avere molto chiare cosa si vuole, quale è l'obiettivo che si vuole raggiungere.
       
      Questo è quanto posso dire dalla mia piccola esperienza.
      Saluti.
       
       
       


      reyan76 <zio_tore@...> wrote:
      Salve,

      Vorrei sapere cosa ne pensate della questione del NON.
      In tutti i libri che ho letto che trattano di ipnosi,

      autoipnosi, pnl e in generale che parlano del subconscio,

      si afferma che le affermazioni negative vengono capite

      dalla mente in positivo, perchè, secondo questi libri il

      cervello pensa sempre in positivo; per il subconscio il NON

      non esiste. Si ma questo se è valido, lo è solo per il

      subconscio perchè consciamente riusciamo a capire il

      significato del NON. Se una persona a lungo andare, legge o

      sente la stessa affermazione, oppure se la legge o sente

      una sola volta, ma associata ad una fortissima emozione,

      essa diventa un programma mentale, registrato per mezzo del

      subconscio nella memoria a lungo termine, quindi anche se

      riusciamo a capire consciamente il significato del NON, il

      programma mentale è più forte e ci condiziona di

      conseguenza.

      Ma io mi chiedo e proprio vero che il subconscio non

      capisce il NON, come si fa a dimostrarlo?

      Per sostenere se il subconscio capisce o meno il NON gli

      autori dei vari libri fanno il classico es.

      "Adesso vi raccomando NON pensate a quella scimmietta, si

      proprio quella scimmietta con il capellino rosso; scommetto

      che tutti avete pensato ad una scimmietta con il capellino

      rosso, anche se vi avevo detto di non pensarla, questo

      perchè noi pensiamo sempre in positivo".

      Secondo me questo non basta a dimostrare che noi pensiamo

      sempre in positivo, dimostra semmai che il cervello pensa

      in continuazione (lavora anche mentre dormiamo) e lo fa

      principalmente per immagini.

      Inoltre pensate ai 10 comandamenti della Tavole della Legge
      sono tutti negativi:
      Non uccidere
      Non desiderare la donna d'altri

      etc.

      Possibile che Dio ci abbia dato delle leggi al negativo

      sapendo che le avremmo memorizzate in positivo, e quindi

      non uccidere diventa uccidere, non desiderare la donna

      d'altri diventa desiderare la donna d'altri (cosa che

      faccio volentieri).

      Pensate a tutti i messaggi dei mass media del tipo:
      NON fumate->fumate
      NON drogatevi->drogatevi

      a questo punto saremmo tutti dei serial killers, con ogni

      tipo di vizio.

      Pensate a tutti i messaggi che abbiamo dovuto memorizzare

      per es. a scuola ad es. zero elevato zero NON ha

      significato-> zero elevato zero ha significato.

      Mi sembra strano che il subconscio non riesca a capire il

      NON.

      Se questo fosse falso, se una persona legge o ascolta la

      frase: Sono intelligente oppure NON sono intelligente

      sarebbe la stessa cosa; personalmente credo invece che a

      furia di sentire la frase in negativo quella persona

      diventerebbe stupida.

      Voi cosa ne pensate?
      Il subconscio davvero NON comprende il NON oppure lo

      comprende.

      Ciao da Reyan76



      P.S.

      Se volete potete anche NON offrirmi 1 milione di euro.

      Scherzavo.




      Buone Vacanze a TUTTI !



      Yahoo! Companion - Scarica gratis la toolbar di Ricerca di Yahoo!

      Buone Vacanze a TUTTI !



      Yahoo! Companion - Scarica gratis la toolbar di Ricerca di Yahoo!
    • Visualizza tutti i 6 messaggi in questo argomento