Caricamento ...
Spiacenti, si è verificato un errore durante il caricamento del contenuto.

7512Re: [mente] Matematica e studio !!

Espandi messaggi
  • linga@libero.it
    10 mag 2003
      Penso che le mappe mentali siano molto utili anche nello studio della matematica, anzi i Teoremi, con la loro struttura: Ipotesi, Tesi e dimostrazione, sono già organizzati in questo modo.
       
      Nello studio della matematica si deve fare attenzione a due fattori:
      1) cosa si vuole sapere di un argomento: 
           a) una conoscenza generica della struttura e delle applicazioni
           b) un 'saper fare', cioè essere in grado di utlizzare ed applicare gli strumenti propri di quell'argomento
           c) la conoscenza approfondita che ha portato alla costruzione di quel modello e quindi gli assiomi di base, i teoremi e la loro dimostrazione
      2) che la matamatica NON è uno studio quantitativo; non si può affrontare la matematica con l'idea di 'studare tot. pagine al giorno' come facevano i miei amici iscritti a giurisprudenza. Un teorema, scritto in un paio di paginette, può essere tanto ricco di contenuti da richiedere diverse ore per essere compreso (non parlo di quella ripetizione a  memoria che troppi confondono con la conoscenza matematica) e appreso.
       
      Il metodo più efficace che ho utilizzato per studiare la matematica è quello di fare una mappa con la struttura generale dell'argomento es:
      Studio di funzione diviso in sotto aree: dominio, segni, limiti,  teoremi sui limiti, calcolo delle derivate, massimi e minimi, flessi ecc.
      Poi:
      per ogni area una sottomappa, esempio: derivate: significato, formule per il calcolo, teoremi principali (es, hopital) , utilizzo.
       
      Per ogni voce della sottomappa una ulteriore mappa fino al singolo teorema.
       
      Per ogni teorema una mappa apposita.
       
      La mappa dei teoremi la costruivo a vari livelli di profondità:
      - una mappa superficiale con solo tesi, ipotesi e idea di fondo della dimostrazione senza entrare nel tecnicismo.
      - una mappa un poco più approfondita con alcuni punti essenziali della dinostrazione (punti di passaggio)
      - mappa dettagliata con diversi punti importanti
      - mappa completa con ogni passaggio della dimostrazione
      Naturalmente non scrivevo sempre tutte le mappe, scendevo in profondità in base a quanto riuscivo a ricostruire da solo di volta in volta e all'importanza dell'argomento.
       
      Ciao da un enea molto matematico
       
       
       
    • Visualizza tutti i 2 messaggi in questo argomento