Caricamento ...
Spiacenti, si è verificato un errore durante il caricamento del contenuto.
 

La Questione del NON

Espandi messaggi
  • reyan76
    Salve, Vorrei sapere cosa ne pensate della questione del NON. In tutti i libri che ho letto che trattano di ipnosi, autoipnosi, pnl e in generale che parlano
    Messaggio 1 di 6 , 10 lug 2004
      Salve,

      Vorrei sapere cosa ne pensate della questione del NON.
      In tutti i libri che ho letto che trattano di ipnosi,

      autoipnosi, pnl e in generale che parlano del subconscio,

      si afferma che le affermazioni negative vengono capite

      dalla mente in positivo, perchè, secondo questi libri il

      cervello pensa sempre in positivo; per il subconscio il NON

      non esiste. Si ma questo se è valido, lo è solo per il

      subconscio perchè consciamente riusciamo a capire il

      significato del NON. Se una persona a lungo andare, legge o

      sente la stessa affermazione, oppure se la legge o sente

      una sola volta, ma associata ad una fortissima emozione,

      essa diventa un programma mentale, registrato per mezzo del

      subconscio nella memoria a lungo termine, quindi anche se

      riusciamo a capire consciamente il significato del NON, il

      programma mentale è più forte e ci condiziona di

      conseguenza.

      Ma io mi chiedo e proprio vero che il subconscio non

      capisce il NON, come si fa a dimostrarlo?

      Per sostenere se il subconscio capisce o meno il NON gli

      autori dei vari libri fanno il classico es.

      "Adesso vi raccomando NON pensate a quella scimmietta, si

      proprio quella scimmietta con il capellino rosso; scommetto

      che tutti avete pensato ad una scimmietta con il capellino

      rosso, anche se vi avevo detto di non pensarla, questo

      perchè noi pensiamo sempre in positivo".

      Secondo me questo non basta a dimostrare che noi pensiamo

      sempre in positivo, dimostra semmai che il cervello pensa

      in continuazione (lavora anche mentre dormiamo) e lo fa

      principalmente per immagini.

      Inoltre pensate ai 10 comandamenti della Tavole della Legge
      sono tutti negativi:
      Non uccidere
      Non desiderare la donna d'altri

      etc.

      Possibile che Dio ci abbia dato delle leggi al negativo

      sapendo che le avremmo memorizzate in positivo, e quindi

      non uccidere diventa uccidere, non desiderare la donna

      d'altri diventa desiderare la donna d'altri (cosa che

      faccio volentieri).

      Pensate a tutti i messaggi dei mass media del tipo:
      NON fumate->fumate
      NON drogatevi->drogatevi

      a questo punto saremmo tutti dei serial killers, con ogni

      tipo di vizio.

      Pensate a tutti i messaggi che abbiamo dovuto memorizzare

      per es. a scuola ad es. zero elevato zero NON ha

      significato-> zero elevato zero ha significato.

      Mi sembra strano che il subconscio non riesca a capire il

      NON.

      Se questo fosse falso, se una persona legge o ascolta la

      frase: Sono intelligente oppure NON sono intelligente

      sarebbe la stessa cosa; personalmente credo invece che a

      furia di sentire la frase in negativo quella persona

      diventerebbe stupida.

      Voi cosa ne pensate?
      Il subconscio davvero NON comprende il NON oppure lo

      comprende.

      Ciao da Reyan76



      P.S.

      Se volete potete anche NON offrirmi 1 milione di euro.

      Scherzavo.
    • pierxxx2000
      Ciao, approfitto di un pò di calma mentre dopo la giornata passata ad insegnare... ... NON è esattamente in questi termini. Vedi sotto. ... Ci sono 2
      Messaggio 2 di 6 , 10 lug 2004
        Ciao,
        approfitto di un pò di calma mentre
        dopo la giornata passata ad insegnare...

        --- In mente@yahoogroups.com, "reyan76" <zio_tore@e...> ha scritto:
        > Salve,
        >
        > Vorrei sapere cosa ne pensate della questione del NON.
        > In tutti i libri che ho letto che trattano di ipnosi,
        > autoipnosi, pnl e in generale che parlano del subconscio,
        > si afferma che le affermazioni negative vengono capite
        > dalla mente in positivo, perchè, secondo questi libri il
        > cervello pensa sempre in positivo; per il subconscio il NON
        > non esiste.

        NON è esattamente in questi termini.
        Vedi sotto.

        > Si ma questo se è valido, lo è solo per il
        > subconscio perchè consciamente riusciamo a capire il
        > significato del NON. Se una persona a lungo andare, legge o
        > sente la stessa affermazione, oppure se la legge o sente
        > una sola volta, ma associata ad una fortissima emozione,
        > essa diventa un programma mentale, registrato per mezzo del
        > subconscio nella memoria a lungo termine, quindi anche se
        > riusciamo a capire consciamente il significato del NON, il
        > programma mentale è più forte e ci condiziona di
        > conseguenza.
        >
        > Ma io mi chiedo e proprio vero che il subconscio non
        > capisce il NON, come si fa a dimostrarlo?

        Ci sono 2 problemi in questo discorso.

        Innanzitutto non esiste un conscio/subconscio,
        sono SOLO parte di un MODELLO di spiegazione
        di come funzionano le persone.

        Essendo un modello è imperfetto, suscettibile
        di critiche e migliorabile.

        Dato che non esiste un "subconscio" (non lo puoi
        toccare, nè definire con precisione essendoci diverse
        teorie... che rimangono TEORIE) bisogna prendere in
        considerazione che la storia del NON è spiegata
        attraverso un MODELLO (ripeto... MODELLO diverso da REALTA')
        che sostiene che, al fine di percepire una negazione,
        il cervello deve PRIMA crearne una rappresentazione
        e poi NEGARLA.

        Insomma.... sei tu che gli INSEGNI che esiste
        una opzione, di cui magari prima la persona IGNORAVA
        assolutamente l'esistenza o la possibilità.

        > Per sostenere se il subconscio capisce o meno il NON gli
        > autori dei vari libri fanno il classico es.
        >
        > "Adesso vi raccomando NON pensate a quella scimmietta, si
        > proprio quella scimmietta con il capellino rosso; scommetto
        > che tutti avete pensato ad una scimmietta con il capellino
        > rosso, anche se vi avevo detto di non pensarla, questo
        > perchè noi pensiamo sempre in positivo".
        >
        > Secondo me questo non basta a dimostrare che noi pensiamo
        > sempre in positivo, dimostra semmai che il cervello pensa
        > in continuazione (lavora anche mentre dormiamo) e lo fa
        > principalmente per immagini.

        Se lo rileggi alla luce di quanto scritto prima
        è ancora più facile da spiegare....

        > Inoltre pensate ai 10 comandamenti della Tavole della Legge
        > sono tutti negativi:
        > Non uccidere
        > Non desiderare la donna d'altri
        >
        > etc.
        >
        > Possibile che Dio ci abbia dato delle leggi al negativo
        > sapendo che le avremmo memorizzate in positivo, e quindi
        > non uccidere diventa uccidere, non desiderare la donna
        > d'altri diventa desiderare la donna d'altri (cosa che
        > faccio volentieri).

        Innanzitutto Dio a me non ha dato nulla :-)

        Poi, se ci tiene davvero a me, potrebbe usare dei rappresentanti
        più simpatici o dirmi direttamente le cose in faccia :-))

        Prima che lo scriva qualcun'altro lo metto
        io e chiudo il thread religioso ;-))

        Ad ogni modo ti invito (ed invito tutti) a fare una ricerca
        negli archivi PRIMA di porre domande "generiche".

        Mente ha MOLTI anni e quindi, con buona probabilità,
        qualcuno negli anni passati avrà posto una domanda simile.

        Personalmente sarà la decima volta che rispondo a questa
        storia del "non" sulle varie liste!

        Pier
        ACME Comunicazione, Formazione, Coaching
        www.ACMEformazione.it
      • Paolo Luca
        In un certo senso non hai tutti i torti a sollevare il dubbio, anche io quando ho iniziato la pratica dell ipnosi e autoipnosi mi sono posto gli stessi
        Messaggio 3 di 6 , 12 lug 2004
          In un certo senso non hai tutti i torti a sollevare il dubbio, anche io quando ho iniziato la pratica dell'ipnosi e autoipnosi mi sono posto gli stessi problemi.
           
          La risposta sta nel fatto che i dieci comandamenti sono stati scritti per essere letti in stato di veglia, e quindi il "non" viene verificato e interpretato dalla mente logica per poi diventare esperienza analogica.
           
          Quando siamo in ipnosi le cose cambiano totalmente, in quel momento la parte logica è distratta o addormentata, e quindi abbiamo il delicato compito di parlare direttamente  con l'inconscio che a me sembra capisca un linguaggio molto elementare, come un bambino di 3 anni.
           
          Allora in ipnosi o autoipnosi  bisogna secondo me, stare molto attenti a come ci si pone con noi stessi, bisogna secondo me parlare un linguaggio semplice, positivo, possibilmente suffagrato da immagini, avere molto chiare cosa si vuole, quale è l'obiettivo che si vuole raggiungere.
           
          Questo è quanto posso dire dalla mia piccola esperienza.
          Saluti.
           
           
           


          reyan76 <zio_tore@...> wrote:
          Salve,

          Vorrei sapere cosa ne pensate della questione del NON.
          In tutti i libri che ho letto che trattano di ipnosi,

          autoipnosi, pnl e in generale che parlano del subconscio,

          si afferma che le affermazioni negative vengono capite

          dalla mente in positivo, perchè, secondo questi libri il

          cervello pensa sempre in positivo; per il subconscio il NON

          non esiste. Si ma questo se è valido, lo è solo per il

          subconscio perchè consciamente riusciamo a capire il

          significato del NON. Se una persona a lungo andare, legge o

          sente la stessa affermazione, oppure se la legge o sente

          una sola volta, ma associata ad una fortissima emozione,

          essa diventa un programma mentale, registrato per mezzo del

          subconscio nella memoria a lungo termine, quindi anche se

          riusciamo a capire consciamente il significato del NON, il

          programma mentale è più forte e ci condiziona di

          conseguenza.

          Ma io mi chiedo e proprio vero che il subconscio non

          capisce il NON, come si fa a dimostrarlo?

          Per sostenere se il subconscio capisce o meno il NON gli

          autori dei vari libri fanno il classico es.

          "Adesso vi raccomando NON pensate a quella scimmietta, si

          proprio quella scimmietta con il capellino rosso; scommetto

          che tutti avete pensato ad una scimmietta con il capellino

          rosso, anche se vi avevo detto di non pensarla, questo

          perchè noi pensiamo sempre in positivo".

          Secondo me questo non basta a dimostrare che noi pensiamo

          sempre in positivo, dimostra semmai che il cervello pensa

          in continuazione (lavora anche mentre dormiamo) e lo fa

          principalmente per immagini.

          Inoltre pensate ai 10 comandamenti della Tavole della Legge
          sono tutti negativi:
          Non uccidere
          Non desiderare la donna d'altri

          etc.

          Possibile che Dio ci abbia dato delle leggi al negativo

          sapendo che le avremmo memorizzate in positivo, e quindi

          non uccidere diventa uccidere, non desiderare la donna

          d'altri diventa desiderare la donna d'altri (cosa che

          faccio volentieri).

          Pensate a tutti i messaggi dei mass media del tipo:
          NON fumate->fumate
          NON drogatevi->drogatevi

          a questo punto saremmo tutti dei serial killers, con ogni

          tipo di vizio.

          Pensate a tutti i messaggi che abbiamo dovuto memorizzare

          per es. a scuola ad es. zero elevato zero NON ha

          significato-> zero elevato zero ha significato.

          Mi sembra strano che il subconscio non riesca a capire il

          NON.

          Se questo fosse falso, se una persona legge o ascolta la

          frase: Sono intelligente oppure NON sono intelligente

          sarebbe la stessa cosa; personalmente credo invece che a

          furia di sentire la frase in negativo quella persona

          diventerebbe stupida.

          Voi cosa ne pensate?
          Il subconscio davvero NON comprende il NON oppure lo

          comprende.

          Ciao da Reyan76



          P.S.

          Se volete potete anche NON offrirmi 1 milione di euro.

          Scherzavo.




          Buone Vacanze a TUTTI !



          Yahoo! Companion - Scarica gratis la toolbar di Ricerca di Yahoo!
        • Antony Robbins
          ciao a tutti, Non è necessario essere in uno stato di coscienza alterato affinchè la forma negativa venga percepita in modo opposto, basti pensare che uno
          Messaggio 4 di 6 , 12 lug 2004
            ciao a tutti,
             
            Non è necessario essere in uno stato di coscienza alterato affinchè la
            forma negativa venga percepita in modo opposto,
            basti pensare che uno dei principi della comunicazione efficace afferma che, la mente per capire quello che viene detto, deve necessariamente rappresentarselo, e quindi quando si esprime una frase negativa o meglio ancora un comando in forma negativa, la mente prima lo rappresenta e poi la parte logico-razionale lo nega, ma a LIVELLO EMOZIONALE la negazione non ha alcun effetto.
            Provate a non immaginare una donna nuda... 
            e osservate cosa succede al fratellino:-)
             
            In realtà, quando prendiamo una decisione, la componente emotiva prevale sempre su quella razionale,  quindi da ciò si capisce
            quanto sia importante la forma negativa nella comunicazione...
             
            Anzi, con frasi negative è decisamente più semplice condurre una persona in un certo stato d'animo, in quanto l'opposizione della
            parte cosciente del cervello è molto minore...
             
            ES.
             per evitare che qualcuno si dimentichi del mio compleanno,
            uso sempre frasi del tipo:
             
            ......NON é NECESSARIO CHE TU MI FACCIA IL REGALO... ;-)
             
             
             
             

            Paolo Luca <lucapaolo62@...> wrote:
            In un certo senso non hai tutti i torti a sollevare il dubbio, anche io quando ho iniziato la pratica dell'ipnosi e autoipnosi mi sono posto gli stessi problemi.
             
            La risposta sta nel fatto che i dieci comandamenti sono stati scritti per essere letti in stato di veglia, e quindi il "non" viene verificato e interpretato dalla mente logica per poi diventare esperienza analogica.
             
            Quando siamo in ipnosi le cose cambiano totalmente, in quel momento la parte logica è distratta o addormentata, e quindi abbiamo il delicato compito di parlare direttamente  con l'inconscio che a me sembra capisca un linguaggio molto elementare, come un bambino di 3 anni.
             
            Allora in ipnosi o autoipnosi  bisogna secondo me, stare molto attenti a come ci si pone con noi stessi, bisogna secondo me parlare un linguaggio semplice, positivo, possibilmente suffagrato da immagini, avere molto chiare cosa si vuole, quale è l'obiettivo che si vuole raggiungere.
             
            Questo è quanto posso dire dalla mia piccola esperienza.
            Saluti.
             
             
             


            reyan76 <zio_tore@...> wrote:
            Salve,

            Vorrei sapere cosa ne pensate della questione del NON.
            In tutti i libri che ho letto che trattano di ipnosi,

            autoipnosi, pnl e in generale che parlano del subconscio,

            si afferma che le affermazioni negative vengono capite

            dalla mente in positivo, perchè, secondo questi libri il

            cervello pensa sempre in positivo; per il subconscio il NON

            non esiste. Si ma questo se è valido, lo è solo per il

            subconscio perchè consciamente riusciamo a capire il

            significato del NON. Se una persona a lungo andare, legge o

            sente la stessa affermazione, oppure se la legge o sente

            una sola volta, ma associata ad una fortissima emozione,

            essa diventa un programma mentale, registrato per mezzo del

            subconscio nella memoria a lungo termine, quindi anche se

            riusciamo a capire consciamente il significato del NON, il

            programma mentale è più forte e ci condiziona di

            conseguenza.

            Ma io mi chiedo e proprio vero che il subconscio non

            capisce il NON, come si fa a dimostrarlo?

            Per sostenere se il subconscio capisce o meno il NON gli

            autori dei vari libri fanno il classico es.

            "Adesso vi raccomando NON pensate a quella scimmietta, si

            proprio quella scimmietta con il capellino rosso; scommetto

            che tutti avete pensato ad una scimmietta con il capellino

            rosso, anche se vi avevo detto di non pensarla, questo

            perchè noi pensiamo sempre in positivo".

            Secondo me questo non basta a dimostrare che noi pensiamo

            sempre in positivo, dimostra semmai che il cervello pensa

            in continuazione (lavora anche mentre dormiamo) e lo fa

            principalmente per immagini.

            Inoltre pensate ai 10 comandamenti della Tavole della Legge
            sono tutti negativi:
            Non uccidere
            Non desiderare la donna d'altri

            etc.

            Possibile che Dio ci abbia dato delle leggi al negativo

            sapendo che le avremmo memorizzate in positivo, e quindi

            non uccidere diventa uccidere, non desiderare la donna

            d'altri diventa desiderare la donna d'altri (cosa che

            faccio volentieri).

            Pensate a tutti i messaggi dei mass media del tipo:
            NON fumate->fumate
            NON drogatevi->drogatevi

            a questo punto saremmo tutti dei serial killers, con ogni

            tipo di vizio.

            Pensate a tutti i messaggi che abbiamo dovuto memorizzare

            per es. a scuola ad es. zero elevato zero NON ha

            significato-> zero elevato zero ha significato.

            Mi sembra strano che il subconscio non riesca a capire il

            NON.

            Se questo fosse falso, se una persona legge o ascolta la

            frase: Sono intelligente oppure NON sono intelligente

            sarebbe la stessa cosa; personalmente credo invece che a

            furia di sentire la frase in negativo quella persona

            diventerebbe stupida.

            Voi cosa ne pensate?
            Il subconscio davvero NON comprende il NON oppure lo

            comprende.

            Ciao da Reyan76



            P.S.

            Se volete potete anche NON offrirmi 1 milione di euro.

            Scherzavo.




            Buone Vacanze a TUTTI !



            Yahoo! Companion - Scarica gratis la toolbar di Ricerca di Yahoo!

            Buone Vacanze a TUTTI !



            Yahoo! Companion - Scarica gratis la toolbar di Ricerca di Yahoo!
          • Paolo Luca
            Sono abbastanza d accordo su tutto; ho solo qualche dubbio sugli effetti delle frasi negative in condizioni di veglia. Esempio, nella pubblicità viene
            Messaggio 5 di 6 , 12 lug 2004
               

              Sono abbastanza d'accordo su tutto; ho solo qualche dubbio sugli effetti delle frasi negative in condizioni di veglia.

               

               Esempio, nella pubblicità viene sfruttando moltissimo il sistema del "non" ma in quel caso il tutto viene veicolato da immagini che   vanno ad agire sui punti distonici delle persone, ossia su quelle cose che una persona vorrebbe realizzare ma il suo stato sociale non lo permette, quindi il meccanismo è molto complesso. 

               

               Ma durante   una lucida discussione, non mi è chiaro cosa accade se una persona dice la frase "non uccidere", l'interlocutore è vero che deve immaginare l'uccisione della persona per poi negarla logicamente, ma non penso che la coscienza capisca che bisogna uccidere.

               

              Nella comunicazione pubblicitaria invece tutto avviene con tempi e modi diversi, anche i cartelloni stradali vengono abilmente disposti in punti strategici dove non c’è tempo per pensare e filtrare il messaggio, e quindi quello che dici è valido. E così un abile comunicatore può durante una riunione sfruttare la negazione o la metafora per condurre chi lo ascolta ad immaginare quello che lui vuole far immaginare. Ma ripeto questo non penso sia vero sempre, ossia quando c’è lucidità nella persona che ascolta, la convinzione finale che si forma nel soggetto potrebbe tradurre  la negazione tasformando per esempio “non uccidere” in  “mantenere in vita”.

               

              Cosa ne pensate?


              Antony Robbins <fra_doc@...> wrote:
              ciao a tutti,
               
              Non è necessario essere in uno stato di coscienza alterato affinchè la
              forma negativa venga percepita in modo opposto,
              basti pensare che uno dei principi della comunicazione efficace afferma che, la mente per capire quello che viene detto, deve necessariamente rappresentarselo, e quindi quando si esprime una frase negativa o meglio ancora un comando in forma negativa, la mente prima lo rappresenta e poi la parte logico-razionale lo nega, ma a LIVELLO EMOZIONALE la negazione non ha alcun effetto.
              Provate a non immaginare una donna nuda... 
              e osservate cosa succede al fratellino:-)
               
              In realtà, quando prendiamo una decisione, la componente emotiva prevale sempre su quella razionale,  quindi da ciò si capisce
              quanto sia importante la forma negativa nella comunicazione...
               
              Anzi, con frasi negative è decisamente più semplice condurre una persona in un certo stato d'animo, in quanto l'opposizione della
              parte cosciente del cervello è molto minore...
               
              ES.
               per evitare che qualcuno si dimentichi del mio compleanno,
              uso sempre frasi del tipo:
               
              ......NON é NECESSARIO CHE TU MI FACCIA IL REGALO... ;-)
               
               
               
               

              Paolo Luca <lucapaolo62@...> wrote:
              In un certo senso non hai tutti i torti a sollevare il dubbio, anche io quando ho iniziato la pratica dell'ipnosi e autoipnosi mi sono posto gli stessi problemi.
               
              La risposta sta nel fatto che i dieci comandamenti sono stati scritti per essere letti in stato di veglia, e quindi il "non" viene verificato e interpretato dalla mente logica per poi diventare esperienza analogica.
               
              Quando siamo in ipnosi le cose cambiano totalmente, in quel momento la parte logica è distratta o addormentata, e quindi abbiamo il delicato compito di parlare direttamente  con l'inconscio che a me sembra capisca un linguaggio molto elementare, come un bambino di 3 anni.
               
              Allora in ipnosi o autoipnosi  bisogna secondo me, stare molto attenti a come ci si pone con noi stessi, bisogna secondo me parlare un linguaggio semplice, positivo, possibilmente suffagrato da immagini, avere molto chiare cosa si vuole, quale è l'obiettivo che si vuole raggiungere.
               
              Questo è quanto posso dire dalla mia piccola esperienza.
              Saluti.
               
               
               


              reyan76 <zio_tore@...> wrote:
              Salve,

              Vorrei sapere cosa ne pensate della questione del NON.
              In tutti i libri che ho letto che trattano di ipnosi,

              autoipnosi, pnl e in generale che parlano del subconscio,

              si afferma che le affermazioni negative vengono capite

              dalla mente in positivo, perchè, secondo questi libri il

              cervello pensa sempre in positivo; per il subconscio il NON

              non esiste. Si ma questo se è valido, lo è solo per il

              subconscio perchè consciamente riusciamo a capire il

              significato del NON. Se una persona a lungo andare, legge o

              sente la stessa affermazione, oppure se la legge o sente

              una sola volta, ma associata ad una fortissima emozione,

              essa diventa un programma mentale, registrato per mezzo del

              subconscio nella memoria a lungo termine, quindi anche se

              riusciamo a capire consciamente il significato del NON, il

              programma mentale è più forte e ci condiziona di

              conseguenza.

              Ma io mi chiedo e proprio vero che il subconscio non

              capisce il NON, come si fa a dimostrarlo?

              Per sostenere se il subconscio capisce o meno il NON gli

              autori dei vari libri fanno il classico es.

              "Adesso vi raccomando NON pensate a quella scimmietta, si

              proprio quella scimmietta con il capellino rosso; scommetto

              che tutti avete pensato ad una scimmietta con il capellino

              rosso, anche se vi avevo detto di non pensarla, questo

              perchè noi pensiamo sempre in positivo".

              Secondo me questo non basta a dimostrare che noi pensiamo

              sempre in positivo, dimostra semmai che il cervello pensa

              in continuazione (lavora anche mentre dormiamo) e lo fa

              principalmente per immagini.

              Inoltre pensate ai 10 comandamenti della Tavole della Legge
              sono tutti negativi:
              Non uccidere
              Non desiderare la donna d'altri

              etc.

              Possibile che Dio ci abbia dato delle leggi al negativo

              sapendo che le avremmo memorizzate in positivo, e quindi

              non uccidere diventa uccidere, non desiderare la donna

              d'altri diventa desiderare la donna d'altri (cosa che

              faccio volentieri).

              Pensate a tutti i messaggi dei mass media del tipo:
              NON fumate->fumate
              NON drogatevi->drogatevi

              a questo punto saremmo tutti dei serial killers, con ogni

              tipo di vizio.

              Pensate a tutti i messaggi che abbiamo dovuto memorizzare

              per es. a scuola ad es. zero elevato zero NON ha

              significato-> zero elevato zero ha significato.

              Mi sembra strano che il subconscio non riesca a capire il

              NON.

              Se questo fosse falso, se una persona legge o ascolta la

              frase: Sono intelligente oppure NON sono intelligente

              sarebbe la stessa cosa; personalmente credo invece che a

              furia di sentire la frase in negativo quella persona

              diventerebbe stupida.

              Voi cosa ne pensate?
              Il subconscio davvero NON comprende il NON oppure lo

              comprende.

              Ciao da Reyan76



              P.S.

              Se volete potete anche NON offrirmi 1 milione di euro.

              Scherzavo.




              Buone Vacanze a TUTTI !



              Yahoo! Companion - Scarica gratis la toolbar di Ricerca di Yahoo!

              Buone Vacanze a TUTTI !



              Yahoo! Companion - Scarica gratis la toolbar di Ricerca di Yahoo!

              Buone Vacanze a TUTTI !



              Yahoo! Companion - Scarica gratis la toolbar di Ricerca di Yahoo!
            • Carnegie
              ciao, Naturalmente ognuno ha la sua opinione, per questo il mondo è così bello:-) Riguardo ai comandamenti, ritengo che questo non sia un gruppo di
              Messaggio 6 di 6 , 12 lug 2004
                ciao,
                Naturalmente ognuno ha la sua opinione, per questo il mondo è così
                bello:-)

                Riguardo ai comandamenti, ritengo che questo non sia un gruppo di
                religione, e quindi è meglio non trattare certi argomenti che si
                basano sulla FEDE, anche se ho la mia opinione a proposito...

                Per quanto invece riguarda la frase "non uccidere", quello che credo
                si intenda, quando si dice che l'emisfero destro non comprende le
                negazioni, e che tu provi semplicemente delle emozioni legate alla
                frase, che ti possono spingere all' azione.
                Non è che tu comprendi che "devi uccidere", perchè la comprensione e
                l'elaborazione del linguaggio è pertinenza dell' emisfero sinistro e
                quindi tu il messaggio lo comprendi correttamente, ma a livello
                emozionale...
                Naturalmente, non farai mai una cosa che va contro i tuoi VALORI o
                le tue CREDENZE profonde.

                Es.
                Quando vivevo a casa dei miei genitori, mia madre, prima che uscissi
                mi faceva sempre le solite raccomandazioni:
                "Non bere, non correre con l'auto, non fumare spinelli!"
                quando sentivo queste parole, a livello cosciente capivo quello
                che mi voleva dire, ma per capirlo dovevo rappresentarmelo e
                ciò mi faceva provare, anche se in modo meno intenso, la sensazione
                di essere FATTO e correre con la macchina, e quindi, visto che a me
                fare quelle cose piaceva, con le sue parole la cara mamma non faceva
                che portarmi in uno stato d'animo che facilitava determinate
                azioni...

                Un altro esempio personale: i documentari sui serial killer!

                Quando vedo i documentari sui serial killer, nei quali descrivono,
                con tanta ricchezza di particolari, certe azioni che sembrano
                geniali, anche se dicono che quelle azioni sono terribili e non vanno
                assolutamente fatte, non posso fare a meno di provare certe
                sensazioni ed emozioni.
                Naturalmente, non ucciderò mai nessuno, perchè va contro la mia
                ecologia, comunque credo, che quei documentari FACCIANO PIù MALE
                CHE BENE...

                un saluto a tutti e
                "NON DESIDERATE LA DONNA D'ALTRI",

                poi dicono che Dio è maschilista...:-)






                > Sono abbastanza d'accordo su tutto; ho solo qualche dubbio sugli
                effetti delle frasi negative in condizioni di veglia.
                >
                >
                >
                > Esempio, nella pubblicità viene sfruttando moltissimo il sistema
                del "non" ma in quel caso il tutto viene veicolato da immagini che
                vanno ad agire sui punti distonici delle persone, ossia su quelle
                cose che una persona vorrebbe realizzare ma il suo stato sociale non
                lo permette, quindi il meccanismo è molto complesso.
                >
                >
                >
                > Ma durante una lucida discussione, non mi è chiaro cosa accade
                se una persona dice la frase "non uccidere", l'interlocutore è vero
                che deve immaginare l'uccisione della persona per poi negarla
                logicamente, ma non penso che la coscienza capisca che bisogna
                uccidere.
                >
                >
                >
                > Nella comunicazione pubblicitaria invece tutto avviene con tempi e
                modi diversi, anche i cartelloni stradali vengono abilmente disposti
                in punti strategici dove non c'è tempo per pensare e filtrare il
                messaggio, e quindi quello che dici è valido. E così un abile
                comunicatore può durante una riunione sfruttare la negazione o la
                metafora per condurre chi lo ascolta ad immaginare quello che lui
                vuole far immaginare. Ma ripeto questo non penso sia vero sempre,
                ossia quando c'è lucidità nella persona che ascolta, la convinzione
                finale che si forma nel soggetto potrebbe tradurre la negazione
                tasformando per esempio "non uccidere" in "mantenere in vita".
                >
                >
                >
                > Cosa ne pensate?
                >
                > Antony Robbins <fra_doc@y...> wrote:
                > ciao a tutti,
                >
                > Non è necessario essere in uno stato di coscienza alterato
                affinchè la
                > forma negativa venga percepita in modo opposto,
                > basti pensare che uno dei principi della comunicazione efficace
                afferma che, la mente per capire quello che viene detto, deve
                necessariamente rappresentarselo, e quindi quando si esprime una
                frase negativa o meglio ancora un comando in forma negativa, la
                mente prima lo rappresenta e poi la parte logico-razionale lo nega,
                ma a LIVELLO EMOZIONALE la negazione non ha alcun effetto.
                > Provate a non immaginare una donna nuda...
                > e osservate cosa succede al fratellino:-)
                >
                > In realtà, quando prendiamo una decisione, la componente emotiva
                prevale sempre su quella razionale, quindi da ciò si capisce
                > quanto sia importante la forma negativa nella comunicazione...
                >
                > Anzi, con frasi negative è decisamente più semplice condurre una
                persona in un certo stato d'animo, in quanto l'opposizione della
                > parte cosciente del cervello è molto minore...
                >
                > ES.
                > per evitare che qualcuno si dimentichi del mio compleanno,
                > uso sempre frasi del tipo:
                >
                > ......NON é NECESSARIO CHE TU MI FACCIA IL REGALO... ;-)
                >
                >
                >
                >
                >
                > Paolo Luca <lucapaolo62@y...> wrote: In un certo senso non hai
                tutti i torti a sollevare il dubbio, anche io quando ho iniziato la
                pratica dell'ipnosi e autoipnosi mi sono posto gli stessi problemi.
                >
                > La risposta sta nel fatto che i dieci comandamenti sono stati
                scritti per essere letti in stato di veglia, e quindi il "non" viene
                verificato e interpretato dalla mente logica per poi diventare
                esperienza analogica.
                >
                > Quando siamo in ipnosi le cose cambiano totalmente, in quel
                momento la parte logica è distratta o addormentata, e quindi abbiamo
                il delicato compito di parlare direttamente con l'inconscio che a
                me sembra capisca un linguaggio molto elementare, come un bambino di
                3 anni.
                >
                > Allora in ipnosi o autoipnosi bisogna secondo me, stare molto
                attenti a come ci si pone con noi stessi, bisogna secondo me parlare
                un linguaggio semplice, positivo, possibilmente suffagrato da
                immagini, avere molto chiare cosa si vuole, quale è l'obiettivo che
                si vuole raggiungere.
                >
                > Questo è quanto posso dire dalla mia piccola esperienza.
                > Saluti.
                >
                >
                >
                >
                >
                > reyan76 <zio_tore@e...> wrote:
                > Salve,
                >
                > Vorrei sapere cosa ne pensate della questione del NON.
                > In tutti i libri che ho letto che trattano di ipnosi,
                >
                > autoipnosi, pnl e in generale che parlano del subconscio,
                >
                > si afferma che le affermazioni negative vengono capite
                >
                > dalla mente in positivo, perchè, secondo questi libri il
                >
                > cervello pensa sempre in positivo; per il subconscio il NON
                >
                > non esiste. Si ma questo se è valido, lo è solo per il
                >
                > subconscio perchè consciamente riusciamo a capire il
                >
                > significato del NON. Se una persona a lungo andare, legge o
                >
                > sente la stessa affermazione, oppure se la legge o sente
                >
                > una sola volta, ma associata ad una fortissima emozione,
                >
                > essa diventa un programma mentale, registrato per mezzo del
                >
                > subconscio nella memoria a lungo termine, quindi anche se
                >
                > riusciamo a capire consciamente il significato del NON, il
                >
                > programma mentale è più forte e ci condiziona di
                >
                > conseguenza.
                >
                > Ma io mi chiedo e proprio vero che il subconscio non
                >
                > capisce il NON, come si fa a dimostrarlo?
                >
                > Per sostenere se il subconscio capisce o meno il NON gli
                >
                > autori dei vari libri fanno il classico es.
                >
                > "Adesso vi raccomando NON pensate a quella scimmietta, si
                >
                > proprio quella scimmietta con il capellino rosso; scommetto
                >
                > che tutti avete pensato ad una scimmietta con il capellino
                >
                > rosso, anche se vi avevo detto di non pensarla, questo
                >
                > perchè noi pensiamo sempre in positivo".
                >
                > Secondo me questo non basta a dimostrare che noi pensiamo
                >
                > sempre in positivo, dimostra semmai che il cervello pensa
                >
                > in continuazione (lavora anche mentre dormiamo) e lo fa
                >
                > principalmente per immagini.
                >
                > Inoltre pensate ai 10 comandamenti della Tavole della Legge
                > sono tutti negativi:
                > Non uccidere
                > Non desiderare la donna d'altri
                >
                > etc.
                >
                > Possibile che Dio ci abbia dato delle leggi al negativo
                >
                > sapendo che le avremmo memorizzate in positivo, e quindi
                >
                > non uccidere diventa uccidere, non desiderare la donna
                >
                > d'altri diventa desiderare la donna d'altri (cosa che
                >
                > faccio volentieri).
                >
                > Pensate a tutti i messaggi dei mass media del tipo:
                > NON fumate->fumate
                > NON drogatevi->drogatevi
                >
                > a questo punto saremmo tutti dei serial killers, con ogni
                >
                > tipo di vizio.
                >
                > Pensate a tutti i messaggi che abbiamo dovuto memorizzare
                >
                > per es. a scuola ad es. zero elevato zero NON ha
                >
                > significato-> zero elevato zero ha significato.
                >
                > Mi sembra strano che il subconscio non riesca a capire il
                >
                > NON.
                >
                > Se questo fosse falso, se una persona legge o ascolta la
                >
                > frase: Sono intelligente oppure NON sono intelligente
                >
                > sarebbe la stessa cosa; personalmente credo invece che a
                >
                > furia di sentire la frase in negativo quella persona
                >
                > diventerebbe stupida.
                >
                > Voi cosa ne pensate?
                > Il subconscio davvero NON comprende il NON oppure lo
                >
                > comprende.
                >
                > Ciao da Reyan76
                >
                >
                >
                > P.S.
                >
                > Se volete potete anche NON offrirmi 1 milione di euro.
                >
                > Scherzavo.
                >
                >
                >
                >
                > Buone Vacanze a TUTTI !
                >
                >
                >
                >
                >
                > ---------------------------------
                > Yahoo! Companion - Scarica gratis la toolbar di Ricerca di Yahoo!
                >
                > Buone Vacanze a TUTTI !
                >
                >
                >
                >
                >
                > ---------------------------------
                > Yahoo! Companion - Scarica gratis la toolbar di Ricerca di Yahoo!
                >
                > Buone Vacanze a TUTTI !
                >
                >
                > Yahoo! Groups Sponsor
                >
                > ---------------------------------
                > Collegamenti utili di Yahoo! Gruppi
                >
                > Per andare all'homepage del gruppo:
                > http://it.groups.yahoo.com/group/mente/
                >
                > Per annullare l'iscrizione al gruppo, scrivi a:
                > mente-unsubscribe@yahoogroups.com
                >
                > L'utilizzo da parte tua di Yahoo! Gruppi è soggetto alle
                Condizioni Generali di Utilizzo del Servizio.
                >
                >
                >
                >
                > ---------------------------------
                > Yahoo! Companion - Scarica gratis la toolbar di Ricerca di Yahoo!
              Il tuo messaggio è stato inviato correttamente e verrà recapitato a breve ai destinatari.