Caricamento ...
Spiacenti, si è verificato un errore durante il caricamento del contenuto.

26035Re: [porteapertesulweb] Italian teacher prize

Espandi messaggi
  • alberto ardizzone
    31 lug 2016

      Riporto anche qui quanto avevo scritto in altra lista, in risposta a chi sosteneva la non opportunità di partecipare. Lo metto come contributo, anche perché la proposta di Paolo è, a mio avviso, degna di essere presa in considerazione da qualche docente della ns comunità, se non dalla comunità stessa.

      ---

      Come ogni cosa, anche questa può essere letta secondo diversi punti di vista.
      Anche io, da una prima lettura, ho avuto il tuo stesso pensiero. Trovo davvero discutibile questo affannarsi nell'autopromozione, nel cercare benzina per il proprio io, così bisognoso di affermarsi, di distinguersi, di primeggiare, di avere riconoscimenti da esibire.

      Una lettura più approfondita mi sembra possa però aprire a nuove considerazioni. Del resto è frequente che una stessa questione possa dare spazio a diversi comportamenti, anche diametralmente opposti, ma senza torti e ragioni, giusto o sbagliato. A volte occorre davvero fermarsi, ascoltare e ascoltarsi, cercare di capire.

      La proposta di Paolo suggerisce di indicare una persona, e di conseguenza una scuola, disposta a sovvertire le regole del gioco. Certo, resteranno (purtroppo) onori e meriti concentrati su un singolo  (media, interviste, inviti a eventi), ma questo dipende dalla dimensione (ahimè) autocelebrativa e pubblicitaria dell'iniziativa. Dimensione così estranea alle corde di questa e di altre liste. Chi eventualmente riceverà il premio dovrebbe, secondo me, avere questa consapevolezza umana ed etica: persona come strumento per un'idea, per un pensiero, per un'utopia, forse.

      Non si tratta, perciò, di aderire a un'iniziativa sposando i rischi individualisti o competitivi, così estranei ai principi ispiratori della scuola italiana dagli anni Sessanta in poi. Si tratterebbe, piuttosto, di inserire un elemento di dirompente discontinuità all'idea di finanziare chi già è avanti o è più inserito nei meccanismi autopromozionali o mediali: scuola di tutti come ambiente votato alla cooperazione e alla collaborazione. Ecco che, allora, la proposta di Paolo può assumere un valore aggiunto: dare valore, appunto, alla cultura dello scambio, del riconoscimento reciproco, della/e comunità, della licenza libera, dell'attribuzione, della risorsa educativa aperta. Può aiutare a spostare l'accento dalla valorizzazione del singolo (per questo c'è già il "bonus") all'emersione del collettivo e dei tanti singoli che danno il proprio contributo, spesso in modo umile, onesto, senza riflettori. Se a questo aggiungi il dominio di conoscenze (sviluppo di pensiero e pratiche libere) e il contesto (scuola determinata a concepire il proprio ruolo non in chiave individualistica, ma come terminale finanziario di denaro destinato a una comunità più ampia di scuole ed esperienze, un po' come fa l'italian linux society con i suoi contributi), ecco che la proposta di partecipare può diventare prezioso volano per un cambiamento di prospettiva.

      Sai, ora che ci ho pensato un po', mi sembra di avere le idee più chiare. E se davvero esistono le condizioni, perché non pensare la proposta di Paolo come un'opportunità?


      Il 19 Lug 2016 10:37, "Paolo Mauri paoloma@... [porteapertesulweb]" <porteapertesulweb@yahoogroups.com> ha scritto:
       

      ciao a tutti
      dal 1 luglio è aperta la candidatura all'Italian teacher prize,
      http://www.italianteacherprize.it/site/it/home-page/ promosso dal MIUR
      in collaborazione con il Global teacher prize.
      C'è tempo fino al 1 di ottobre per candidarsi o per segnalare
      insegnanti.
      Riporto dal sito: "L'Edizione Italiana del Premio intende individuare e
      valorizzare quegli insegnanti che rappresentano una fonte di
      ispirazione per i loro studenti e colleghi e che sono riusciti ad
      imprimere un cambiamento significativo all'interno del loro ambiente
      scolastico e della loro comunità."
      Mi sembra una bella occasione per segnalare qualcuno della nostra
      comunità.

      --
      Paolo Mauri
      Linux User #462825
      irc maupao
      twitter @mauri_paolo
      www.paolomauri.it
      google+ https://www.google.com/+PaoloMauri

      un sistema libero per la scuola
      http://sodilinux.itd.cnr.it/

      Esci dall'illegalità: utilizza LibreOffice.org:
      http://www.libreoffice.org/download
      http://linguistico.sourceforge.net/wiki/doku.php?id=usaooo
      http://linguistico.sourceforge.net/pages/traduzioni/ms_illegal.html

    • Visualizza tutti i 2 messaggi in questo argomento