Caricamento ...
Spiacenti, si è verificato un errore durante il caricamento del contenuto.
 

atleta non vedente

Espandi messaggi
  • salvatore petrucci
    Caserta24ore L atleta non vedente Paolo Boruni sarà tedoforo per 300 metri testimonial delle Olimpiadi CAPUA. Un atleta non vedente questa mattina per circa
    Messaggio 1 di 1 , 3 giu 2004
      Caserta24ore

      L'atleta non vedente Paolo Boruni sarà tedoforo per 300 metri testimonial delle Olimpiadi

      CAPUA. Un atleta non vedente questa mattina per circa 300 metri è stato uno dei testimonial delle Olimpiadi di Atene 2004 trasportando come tedoforo una
      "fiamma" simbolo dei giochi fino a piazza dei Giudici a Capua. Si tratta di Paolo Boruni, presidente dell'Associazione culturale e sportiva disabili di
      Capua. Il simbolo delle Olimpiadi sarà raccolto in seguito da altri atleti come Davide Tizzano e, una volta giunto a Roma, anche da Massimiliano Rosolino.
      "Per me è davvero un onore poter testimoniare nella mia città il significato dei giochi olimpici, un'occasione bellissima per poter distruggere il muro
      dell'indifferenza che spesso circonda il mondo dei disabili", ha dichiarato Paolo Boruni.
      Boruni è sicuramente uno dei giocatori di calcio non vedenti più popolari e conosciuti in Italia. Capitano della sua squadra ricopre il ruolo di attaccante.
      Per tre volte, Boruni, con la squadra dei non vedenti di Napoli, ha vinto il titolo di Campione d'Italia. Nella stagione calcistica 1996-97 è stato nominato
      miglior giocatore italiano. Conta ben 53 presenze nella Nazionale Italiana, con la quale ha anche conquistato un brillante terzo posto ai Campionati Europei
      in Spagna. "Per il disabile - ci confida Paolo Boruni - lo Sport e la Cultura sono amici veri che ti insegnano a combattere e a non arrenderti davanti
      alle sconfitte. Rappresentano momenti di alto livello di educazione, di maturazione umana e civile e di integrazione sociale".
      Il sogno di Paolo Boruni e della sua associazione è quello di realizzare un centro sportivo per disabili da intitolare alla memoria dello sfortunato ciclista
      "Marco Pantani". Ed è allo scopo di raccogliere fondi che l'Associazione disabili ha organizzato la manifestazione "Eventi Capuani 2004-Dai un calcio all'indifferenza".
      L'evento più importante (preceduto da alcuni concerti di artisti noti sabato prossimo 22 maggio e nel mese di giugno) sarà quello del 26 luglio 2004: il
      concerto di Max Pezzali, che salirà sul palco allestito per l'occasione presso il magnifico ed incantevole scenario della cinta bastionata di Capua. Proprio
      sul concerto di Pezzali punta l'Associazione disabili perché con la vendita dei biglietti si potrà ricavare parte dei fondi destinata alla costruzione
      del centro.


      visita il sito
      www.fktnet.tk
      libertà è partecipazione (Gaber)


      [Sono state eliminare la parti non di testo del messaggio]
    Il tuo messaggio è stato inviato correttamente e verrà recapitato a breve ai destinatari.